Team esperto
Assistenza personale
Offerte affidabili
6.000+ Yobbers
Lavorare all'estero Consigli e Trucchi

Come scrivere un CV efficace

15 marzo 2022 per mezzo di
Foto di Daniela
Daniela  ◦  724 visualizzati  ◦  5 minutes momento di lettura  ◦  Ultimo aggiornamento: 30 giugno 2022 16:07
Come scrivere un CV efficace

È molto importante avere un CV che sia convincente, per attrarre l’occhio del tuo futuro datore di lavoro. Ma da dove si comincia? Quali sono i punti che devi tenere in considerazione quando scrivi il tuo CV? E come si struttura? In questo articolo, abbiamo raccolto tutti i consigli che abbiamo per scrivere un CV efficace che ti aiuterà ad ottenere un lavoro.

Probabilmente avrai già cercato in molti siti e blog per sapere come scrivere un CV. In questo blog, troverai riassunto tutto quello che devi assolutamente mettere nel tuo CV, e qualche consiglio su come strutturarlo al meglio.

I contenuti

 

In questa sezione, troverai riassunto le parti che devi assolutamente includere nel tuo CV. 

  • Nome e cognome 
  • Il tuo indirizzo (o almeno città e paese dove vivi in quel momento)
  • Il tuo indirizzo e-mail 
  • Il tuo numero di cellulare 
  • La tua data di nascita o la tua età (metterle entrambe non ha sense) 
  • La patente (solo se ce l’hai, nel caso contrario non c’è bisogno di menzionarla) 
  • Una tua foto (Assicurati che la tua foto sia il più professionale possibile) 
  • Educazione e Corsi (quelli che hai ottenuto o che stai per ottenere) 
  • Esperienze professionali
  • Le tue capacità (che possono essere utili in una situazione lavorativa)
  • Le tue qualità
  • Le lingue che parli

 

I reclutatori dedicano in media un minuto nel leggere curriculum. Inoltre, devi assicurarti che il CV sia preciso, pulito, e strutturato in modo tale che il reclutatore possa leggere velocemente e senza intoppi il tuo curriculum. Ovviamente più esperienza hai, più lungo sarà il tuo CV, quindi cerca di scrivere nel modo più conciso possibile. Solitamente i reclutatori controllano solo la prima pagina. 

La tua foto

La maggior parte delle persone mette una foto nel CV, ma non è obbligatorio. Quindi non aggiungere una foto a caso. Stai anche attento al paese dove stai facendo domanda. Ci sono alcuni paesi nel mondo dove è obbligatorio mettere la foto, mentre in altri è addirittura vietato dalla legge! 
 

Assicurati che la foto sia professionale, e che non prenda troppo spazio nel tuo CV. La foto che metterai dovrà avere uno sfondo neutro, perché non deve togliere l’attenzione del tuo volto. 

 

Ti ricordiamo che il tuo CV è la prima impressione che dai al reclutatore, quindi se decidi di inserire la foto fai attenzione (non usare filtri Instagram o foto di te nella spiaggia con gli amici).


 

Diplomi e Corsi 

A seconda della tua età o del percorso di studi che hai fatto, questa sezione del curriculum sarà più lunga o corta. 

  • Se hai appena finito le scuole superiori, assicurati di descrivere che indirizzo hai scelto e le materie più importanti che hai seguito. 
  • Se invece hai una o più lauree, descrivi in che cosa ti sei specializzato, che progetti hai svolto e indica i corsi che hai seguito (in particolare quelli in cui hai eccelso). Se hai avuto l'opportunità di fare uno scambio universitario (Erasmus) scrivilo!
     

Ti consigliamo di aggiungere quanti più progetti hai fatto: attività sportive, con cooperative, o a livello personale, tutto conta! Questi elementi possono evidenziare la tua personalità, le tue abilità e qualifiche che hai ottenuto facendo questi progetti.

Esperienze professionali e Stage

In questa sezione, menziona le varie esperienze professionali o i tirocini che hai completato finora. I datori di lavoro vogliono avere quante più informazioni possibili sulle tue esperienze per vedere se il tuo profilo può soddisfare le loro aspettative e necessità per la posizione. 

Pertanto, è necessario scrivere:

  • Il titolo della posizione precedentemente ricoperta
  • Il luogo e il paese dove hai svolto questo lavoro
  • Una descrizione degli incarichi e dei compiti svolti. Cerca di quantificare tutto quello che hai realizzato in quei mesi/anni, quando possibile.
     

Questa parte la puoi formulare in qualsiasi modo tu voglia, che sia sotto forma paragrafo o elenco, dipende da te. Ma assicurati che sia chiaro per le persone che leggeranno il tuo CV.
 

Esempio: 
Animatore Commerciale presso H&M

Milano, Italia

  • Rispondevo a tutte le domande dei clienti
  • Aumentato il fatturato del 3%
  • Organizzato e fornito gli scaffali
  • Fatto l'inventario
  • Gestivo un team di 5 persone

 

Attenzione: Non preoccuparti se non hai esperienze lavorative significative da elencare, otterrai esperienza negli anni. Per questa ragione, se non hai esperienze lavorative, potrai sempre elencare progetti che ti hanno formato o ti hanno insegnato una nuova abilità. 

Competenze 

Ci sono due tipi di competenze chiamate Hard e Soft skills. Le hard skills sono quelle competenze che hai imparato durante gli anni e che puoi dimostrare di aver fatto. Ad esempio, la conoscenza di software o programmi informatici, competenze dimostrabili con attestati, utilizzo di macchinari specifici. Invece le soft skills sono competenze che dipendono dal tuo carattere, educazione ed esperienze. Alcuni esempi sono la resistenza allo stress, saper lavorare da solo o in un team, ecc. Se hai bisogno di qualche idea, basta cercarlo su qualche sito, che ti può aiutare a definire le tue soft skills. 

 

In questa sezione puoi aggiungere anche i tuoi hobby, che sono in relazione all’offerta di lavoro a cui sei interessato o al settore dell’azienda. Non mentire su queste informazioni, perché i nostri reclutatori ti potrebbero fare domande a riguardo, e non vuoi influire negativamente sulla tua credibilità e quindi sulle tue future assunzioni.

Le lingue

Il primo consiglio che possiamo darti è: non mentire sulle tue capacità, e non sottovalutarti! Per fornire il tuo livello di lingua, puoi semplicemente scrivere se sei un principiante, o ad un livello più avanzato. Nel caso tu abbia già fatto qualche certificazione, potrai scrivere se sei un livello A1, A2, B1, B2, C1 o C2. Puoi sempre aggiungere la certificazione (IELTS, TOEFL…) e il punteggio che hai ottenuto. 
 

Un piccolo consiglio.

Fai controllare il tuo CV da chi ti circonda per essere sicuro di evitare errori di ortografia e tipografici. Gli errori di ortografia non sono ben visti. Quindi cerca di non affrettare il tuo lavoro: la qualità è nel dettaglio. A forza di lavorarci, non vedrai più cosa migliorare o cambiare. Anche per questo motivo è molto interessante far controllare da una persona esterna. 
 

Inoltre, non dimenticare di mantenere aggiornato il tuo CV ed eliminare le informazioni che diventano troppo vecchie nel corso degli anni. Lascia solo le esperienze significative per la posizione per cui ti stai candidando.


Ora è il tuo turno ! Hai tutte le informazioni che ti servono per iniziare a scrivere il tuo CV. Per la struttura e l'aspetto visivo, ti consigliamo di navigare in più siti in modo da poter trovare un visual che ti piace. L'aspetto visivo e la struttura sono molto importanti perché attirano, o meno, l'occhio del lettore in pochi millesimi di secondo. Quindi trova una grafica semplice e chiara, ed evita di usare troppo colore. 

 

Una volta finito di scrivere il tuo CV in italiano e vuoi iniziare a creare la versione inglese, leggi il nostro articolo “Come scrivere il tuo CV in inglese?”.

 

Ora che hai scritto il tuo CV, candidati alle nostre offerte di lavoro nel paese di tua scelta!


Cosa ne pensi di questo blog?

Offerta di lavoro Lingua Candidare Inglese Lavorare all'estero Yobbers Curriculum

Commenti

Diaby N'faliba Ottimo addestramento

vuoi lasciare un commento?

Iscriviti per pubblicare un commento.
Accedi o Crea un account

Offerte di lavoro correlate